Email Marketing: Come Non Sprecare i Tuoi Contatti

Email Marketing: Come Non Sprecare i Tuoi Contatti

Ogni azienda possiede una mole più o meno ricca di dati relativi a potenziali clienti. Indipendentemente dalla quantità, è importante che ogni contatto venga curato nel tempo. Il tuo prossimo cliente potrebbe non acquistare da te oggi, ma conservare un ricordo positivo della tua azienda e rivolgersi a te un domani. 

Qual è il miglior modo per farsi ricordare? Ci sono diversi strumenti che ti permettono di interagire con il tuo contatto, ma quello in assoluto meno invasivo e più efficace è l’email marketing. Si tratta di uno strumento veramente potente se progettato con sapienza: l’email marketing genera, infatti, il 174% di conversioni in più rispetto al social media marketing.

Come fare email marketing: no spam!

Che si tratti di newsletter o di Direct Email Marketing (DEM) è importante avere una strategia che punti ad un unico obiettivo: non finire nel cestino senza prima essere letti!

Ognuno di noi riceve quotidianamente un numero considerevole di email, gran parte delle quali vengono cestinate senza essere lette. Quali sono allora gli aspetti di cui tenere conto per non finire nella posta indesiderata?

Partiamo con il chiarire che cos’è l’email marketing.

L’email marketing è uno strumento di marketing che consiste nell’invio di posta elettronica per comunicare a una lista di indirizzi mail messaggi commerciali, novità o informazioni su un’azienda.

Le liste di indirizzi possono essere di proprietà dell’azienda oppure acquistate da società che si dedicano ad attività di acquisizione nominativi. Il nostro suggerimento è quello di attingere dal ricco patrimonio di contatti che hai a disposizione: che sia un numero esiguo oppure una lunga lista, sicuramente saranno indirizzi mail di persone che hanno già sentito parlare o hanno notato la tua azienda almeno una volta. Questo ti fornisce già la prima garanzia di successo sull'apertura del messaggio da parte del destinatario.

Email Marketing: Come Non Sprecare i Tuoi Contatti

Aumenta il successo delle tue mail: crea una mailing list segmentata

Pensi di poter inviare a tutti la stessa mail? Ti sbagli. Questo è il primo motivo per il quale il tasso di apertura dei messaggi rimane basso. Ricorda: il tuo cliente non cerca il tuo prodotto, ma una soluzione al suo bisogno.

Quindi per distinguerti dalla concorrenza (e dalla centinaia di mail che arrivano nella casella postale dei tuoi contatti) devi segmentare il tuo pubblico.
É importante profilare i propri contatti, categorizzando i dati in base a dei parametri come:

  • tipologia e settore
  • anno e origine del contatto
  • dislocazione geografica
  • lingua di comunicazione.

Queste informazioni sono essenziali per capire ad esempio in che lingua devi spedire il messaggio e se il contenuto è in linea con il settore aziendale.

Un altro aspetto importante è individuare il destinatario del tuo messaggio: desideri che sia spedito all’indirizzo email aziendale (es. info@azienda.it) oppure ad un interlocutore in particolare, come un agente di vendita o il titolare dell’azienda? Per farlo è necessario catalogare gli indirizzi mail fin da subito a seconda del relativo proprietario.

É bene, inoltre, categorizzare i clienti in base alla relazione che hanno con la tua azienda. Potresti ad esempio chiederti se sono nuovi contatti che non hanno mai effettuato un acquisto, se sono clienti che hanno acquistato almeno una volta o se sono clienti fedeli che acquistano con regolarità.

Il processo che ti abbiamo appena descritto è definito come profilazione contatti e dovrebbe essere alla base di tutte le aziende che vogliono aumentare il loro fatturato (quindi la gran parte, giusto?). Eppure, ce ne sono ancora troppe che non profilano i loro clienti e perdono una mole preziosa di dati perché mancano di strategia o degli strumenti giusti.

In risposta a queste esigenze, è nato NetManager: l’applicazione per la gestione del cliente a 360°. In NetManager puoi profilare tutti i contatti che desideri, filtrando le relative informazioni e rendendole disponibili anche ai tuoi collaboratori, garantendo gli accessi in base al ruolo ricoperto. L’invio di newsletter e DEM ti risulterà molto più semplice e inizierà a diventare parte integrante della tua strategia marketing

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:

Up Selling e Cross Selling: come fare la differenza nelle vendite

  • lunedì 21 dicembre 2020 lunedì 21 dicembre 2020

Up Selling e Cross Selling sono delle tecniche di vendita per aumentare il fatturato dell'azienda e migliorare il servizio clienti in fase di acquisto. Spesso queste due strategie sono confuse: vediamo qual è la differenza e come scegliere una a discapito dell'altra.

Quanto vale il tuo cliente? Scopri il Customer Lifetime Value

  • giovedì 10 dicembre 2020 giovedì 10 dicembre 2020

Ogni azienda dovrebbe conoscere il valore dei suoi clienti: il Customer Lifetime Value non è solo il risultato matematico di un'equazione, ma un importante indicatore che attesta lo stato di salute del Customer Journey e che può aiutare i team nei processi decisionali.

Smarketing: l'unione fa la forza

  • giovedì 26 novembre 2020 giovedì 26 novembre 2020

I meccanismi del mondo B2B stanno lentamente cambiando per porre sempre più al centro dell'attenzione il cliente e le sue esigenze, facilitando le dinamiche di vendita: in questo articolo ti presentiamo lo smarketing, un concetto fondamentale per essere un'azienda cliente-centrica ed efficiente.